CENTRO SPORTIVO BANCO DI ROMA

CENTRO SPORTIVO

BANCO DI ROMA

Nel 1970 l’amministrazione del Banco di Roma innaugura in un terreno vicino al Tevere l’imponente Centro Sportivo di Settebagni. Impianti che permisero di creare squadre di ottimo livello agonistico che vennero associate alle varie federazioni nazionali. Anagraficamente la polisportiva vede la luce il 24 agosto 1970.

Fonte: Libro “C’era una volta il banco”

Già dagli anni del secondo dopo guerra, vi sono attività dopolavoristiche nel Banco Di Roma in alcuni sport tra cui la palla al cesto. A cavallo tra gli anni cinquanta e sessanta una squadra è in prima serie regionale. Qui sotto una formazione dell’epoca. Da sinistra: Perlini, Lo Masto, Ciappone, Carini, Cerri. In basso: Pasqualini, Ventricini, Tancioni.

Fonte: Il Villaggio (Banco di Roma)

STAGIONE 1970/71

In queste immagini il primo campo all’aperto costruito per il basket aveva un fondo in mateco circondato da due tribunette con tre gradoni.

Nel 1970 si organizzò la sezione di pallacanestro del Centro Sportivo Banco di Roma. In questo trafiletto del Corsport si menziona il torneo di Natale del 1970.

Fonte: Corsport (12-1970)

L’amministrazione affidò la responsabilità dirigenziale a Pier Luigi Tani. Il campionato di prima serie del 1970/71, secondo livello regionale e ultimo a livello nazionale, fu il battesimo per il C.S. Banco di Roma. La squadra aveva vari giocatori che si alternarono: Enzo Fiorio, Roberto Sassetti, Giorgio Cacioppo, Claudio Cellesi, Giovanni De Paoli, Saverio Giaconelli, Giorgio Scaramuzzino, Foscolo Zaccardi, Mario Buttinelli, Walter Caprioli, Sergio Del Neri, Paolo Galli, Carmine Reali, Maurizio Vommaro, Di Francesco, Carimi, Esposito, Claudio Morana, Morana II, Franco Begni e Claudio Simoni. I risultati di quella stagione, il cui campionato si svolse interamente nella prima parte del 1971 (febbraio – giugno) videro la squadra uscire imbattuta. Primo posto con 24 punti in 12 partite e passaggio alla promozione regionale per l’anno seguente.

1970/71 Risultati conseguiti

Fonte: Corrriere dello Sport (03-07-1971)

Tessera Centro Sportivo Banco di Roma

Tessera del campionato di prima divisione 1970/71

Una formazione del Centro Sportivo Banco di Roma allenato da Claudio Morana

STAGIONE 1971/72

Formazione del C.S. Banco di Roma 1971/72 schierata in Via di Boccea nella sua palestra casalinga

Da sinistra: Cellesi, Lunardelli, Sassetti, Di Francesco, La Ragione P., Zagni, Amore, Vanghetti (coach), Tani (dirigente), La Ragione R., Fiorio (capitano), Cacioppo, Mottini, Volpini, Simminger.

1971/72. Canotta P. La Ragione

1971/72. Canotta P. La Ragione

Il campionato 1971/72 rinnovò le speranze di un’altra stagione da vertice in cerca di una nuova promozione. Il presidente era Biagio Del Vecchio, dirigente Pier Luigi Tani. Medico sociale Fabrizio Pesciarelli e massaggiatore Vittorio Boldorini. Al posto di Claudio Morana arrivò in panchina Anacleto Vanghetti. Furono confermati sei giocatori dalla passata stagione: il capitano Enzo Fiorio, Walter Caprioli, Roberto Sassetti, Giorgio Cacioppo, Claudio Cellesi e Claudio Simoni. Arrivarono dalle giovanili della Stella Azzurra i fratelli Piero e Riccardo La Ragione. Il Banco si rinforzò con i tesseramenti in giallorosso di Alberto Zagni da Latina, Massimo Lunardelli dalla Ricci Roma, Maurizio Lombardo dall’Atletic Club Genova, Riccardo Mottini, Alfredo Di Francesco, Carlo Volpini, Themis Christakopulos da Olimpic Roma, Amore e Raymond Simminger. Alla prima giornata il Banco vinse in modo roboante sul San Raffaele presentando tutte le sue abilità cestistiche. Alla sesta giornata prese la vetta solitaria vincendo contro l’ottima Italcable, concorrente diretta per la promozione. Forte del primato nel campionato, dopo le feste natalizie, il Banco giocò un’amichevole di lusso in casa della Juventus Caserta del duo Maggetti – Gavagnin. I ragazzi, nonostante il risultato avverso, non sfigurarono malgrado le due categorie di differenza. La squadra si rituffò nel campionato e fu un rullo compressore. Una catena di vittorie continue su tutti i campi. Alla diciassettesima giornata, quando mancavano sei partite alla fine del campionato una sola squadra tallonava i bancari: l’Italcable. Fu una partita tiratissima dal punteggio non troppo alto ma nel finale il Banco riuscì per tre punti ad acciuffare la vittoria. Come accadde l’anno prima riuscì a vincere tutte le partite della regular season. Un vero record! A differenza dell’anno precedente, per salire di categoria (serie D) bisognò passare attraverso gli spareggi. Fu un girone di sola andata composto dalle prime due classificate dei raggruppamenti A e B. Le partite si disputarono in uno dei templi sportivi italiani: il PalaEur! In un week-end di giugno, affrontò Vis Nova, Italcable e La Salette, il Banco diede tutto ma non fu sufficente e arrivarono le prime ed uniche sconfitte della storia da parte della sezione pallacanestro del Centro Sportivo. Le sole perché la squadra venne sciolta. La dirigenza del Banco Roma nonostante la mancata promozione sul campo ebbe grande ambizione e riuscì a fare un doppio salto di categoria trovando un’accordo con la Virtus Roma, militante in serie C. Così attraverso una serie di nomine e dimissioni del direttivo, la banca prese il controllo della Virtus, divenendone di fatto proprietaria. Assicurò alla squadra il suo abbinamento ma soprattutto mise le basi per le future glorie virtussine.

PRECAMPIONATO AMICHEVOLI

Fiorio al tiro

Piero La Ragione a rimbalzo

Riccardo La Ragione in sottomano

Piero La Ragione in difesa

Don Bosco – C.S. Banco

Riccardo La Ragione a canestro

Don Bosco – C.S. Banco

FINALE REGIONALE COPPA ITALIA (15 luglio 1971)

A seguire alcuni tabellini e classifiche del campionato di promozione 1971/72

prima giornata

Fonte: Corriere dello Sport (04-1972)

terza giornata

Fonte: Corriere dello Sport (04-1972)

quarta giornata

Fonte: Corriere dello Sport (13-12-1971)

sesta giornata

Fonte: Corriere dello Sport (20-12-1971)

amichevole

Fonte: Corriere dello Sport (07-01-1972)

Fonte: Il Villaggio (1972)

ottava giornata

Fonte: Corriere dello Sport (12-01-1972)

nona giornata

Fonte: Corriere dello Sport (19-01-1972)

decima giornata

Fonte: Corriere dello Sport (23-01-1972)

undicesima giornata

Fonte: Corriere dello Sport (08-02-1972)

dodicesima giornata

Fonte: Corriere dello Sport (13-02-1972)

quattordicesima giornata

Fonte: Corriere dello Sport (24-02-1972)

sedicesima giornata

Fonte: Corriere dello Sport (07-03-1972)

sedicesima giornata

Fonte: Corriere dello Sport (14-03-1972)

diciassettesima giornata

Fonte: Il Villaggio (1972)

diciassettesima giornata

Fonte: Corriere dello Sport (25-03-1972)

diciannovesima giornata

Fonte: Corriere dello Sport (01-04-1972)

Riccardo La Ragione, Enzio Fiorio e Piero La Ragione (Palestra S.Giuseppe – V.Boccea)

Piero La Ragione (Palestra S.Giuseppe – V.Boccea)

Partita (Palestra S.Giuseppe – V.Boccea) foto: Roberto Penna

Partita (Palestra S.Giuseppe – V.Boccea) foto: Roberto Penna

Allenamento (Palestra S.Giuseppe – V.Boccea) foto: Roberto Penna

Allenamento (Palestra S.Giuseppe – V.Boccea) foto: Roberto Penna

Tani e Vanghetti “catechizzano” i giocatori durante time out (Palestra S.Giuseppe – V.Boccea)

Qui sotto il manifesto del campionato 1971/72 che venne giocato alla Palestra San Giuseppe attuale PalaAurelio in Via di Boccea.

Il quadrangolare di spareggio per l’accesso alla serie D

LA FORMAZIONE CHE SCESE IN CAMPO AL PALAEUR NEL QUADRANGOLARE PER LA SERIE D (GIUGNO 1972)

C.S. Banco Roma – Vis Nova (giu 1972)

C.S. Banco Roma – Vis Nova (giu 1972)