SERIE B INTERR.

PLAYOFF – QUARTI GARA 1

SERIE B INTERR. PLAY-OFF

QUARTI – GARA 1

MARTEDI’, 07 MAGGIO 2024 h 20.30

ROMA, PalaTiziano, Piazza Apollodoro, 1

MARTEDI’, 07 MAGGIO 2024 h 20.30

ROMA, PalaTiziano Piazza Apollodoro, 1

VIRTUS GVM

ROMA 1960

ATTILA JR.

PORTO RECANATI

VIRTUS GVM ROMA

ATTILA J. PORTO RECANATI

76

62

69

67

PARZIALI 16-21 ; 36-32 ; 56-50 ;

QUARTI 16-21 ; 20-11 ; 20-18 ; 16-15

TABELLINI

VIRTUS GVM ROMA 1960: Virtus Roma 1960: Petrucci 9, Whelan 14, Frisari ne, Casale 4, Valentini 2, Zoffoli 1, Giorgi 13, Rocchi 13, Giacomi 7, Fokou 9, Pellegrinotti ne , Salomone ne. All: Tonolli Ass: Zanchi, Blasi Dir: Mauriello, Mantovani Prep. Fis: Baldoni

BRAMANTE PESARO: Cavedine ne, Delfino 20, Crescenzi 8, Ricci 10, Sgarzini, Ferri 12, Nicolini 3, Centis 3, Sabbioni ne, Stefani ne, Panzieri 6, Giampaoli 3. All. Nicolini

44 Rimbalzi 28

11 Assist 7

25 Falli 22

8 Palle recuperate 8

11 Palle perse 14

2 Stoppate 1

RESOCONTI

LA VIRTUS RIPARTE: BATTURA LA BRAMANTE PESARO

L’attacco vende i biglietti, la difesa vince le partite e la Virtus doveva vincere e lo fa, con la difesa, con la sua difesa, ed al termine di una partita condita da un finale da batticuore, torna a vincere dopo due sconfitte, conquistando i primi due punti del suo Play In Gold: battuta la Bramante Pesaro con il punteggio di 72-65. LA PARTITA. L’inizio del match è totalmente a trazione marchigiana con Delfino che guida la sua Pesaro nel parziale iniziale di 9-2 per la formazione ospite. Petrucci con due frecce dall’arco prova a ricucire lo strappo (8-12) per la formazione di casa ma la Bramante risponde immediatamente. Rocchi e Fokou da tre ma Ferri risponde con la stessa moneta: al termine del primo quarto è 16-21 ospite. Ferri da tre punti (16-24), Giacomi e Rocchi spingono la rimonta e la Virtus torna a meno uno (23-24) ma Pesaro segna dalla media ed è 23-26. La difesa di casa è forte e possesso dopo possesso dalla lunetta arriva il primo vantaggio (29-28): il primo tempo termina 36-32. Delfino con un gran movimento, Whelan e poi ancora Delfino (38-36). E’ l’argentino di casa Virtus ad inventarsi un paio di magie ma Petrucci dall’arco infiamma il pubblico, Fokou schiaccia, dalla lunetta Pesaro è tenace: al trentesimo è 56-50 per la squadra di casa. Gli ospiti vanno a canestro, Giorgi risponde con un paio di piazzati e segna una tripla (con l’aiuto della tabella) che vale il 65-51. Pesaro reagisce e Delfino realizza dalla lunetta e poi ancora di forza in avvicinamento (67-60), Rocchi è sfortunato ma Pesaro attacca la linea di fondo e segna ancora, avvicinandosi pericolosamente (67-62). Finale al cardiopalma, tripla incredibile di Pesaro che vale il 67-65: Whelan va in lunetta e fa tre su quattro, Fokou spicca il volo e con lui la Virtus GVM Roma 1960 che vince 72-65. Il commento di Alessandro Tonolli: “Dovevamo vincere e lo abbiamo fatto nel modo che conosciamo meglio: con una grande difesa contro un avversario davvero molto molto forte. Molto brava la squadra a tenere per quaranta minuti un atteggiamento così compatto e deciso. Ora questa è a strada per le prossime partite, sta solo a noi.”

Ufficio Stampa Virtus Roma 1960

BRAMANTE SCONFITTA A ROMA

Per la 3^giornata dei play-in gold della Serie B Interregionale il Bramante Pesaro scende in campo alla Palestra Petriana di Roma ospite della corazzata Virtus Roma. Pronti via e il Bramante piazza subito un break di 2-9 nei primi 4 minuti con 7 punti di Delfino, mentre la virtus si dimostra un pò contratta ma che trova in Petrucci il suo trascinatore con 2 triple. I biancoblu di Pesaro continuano ad attaccare bene il canestro e a stringere bene le maglie in difesa allungando fino all’ 8-17 al 7′ costringendo Coach Tonolli al timeout. L’1/2 dalla lunetta di Delfino decreta la fine della prima frazione sul 16-21. Nella seconda frazione 5 punti di Rocchi riporta i padroni di casa sul -1 e successivamente 2 liberi di Valentini sancisce la parità sul 28-28 quando mancano 3 minuti alla fine del quarto. La tripla di Casale e l’appoggio di Zoffoli determina il punteggio dell’intervallo lungo che è di 36-32. Al rientro sul parquet si accende Whelan che piazza 6 punti consecutivi e la tripla di Petrucci comporta il massimo vantaggio Virtus sul +9 al 26′. Due canestri da 3 di Panzieri, intervallata dall’alley-oop sull’asse Whelan – Fokou, da più garra al Bramante. Il canestro del play argentino della Virtus, però, manda le squadre all’ultimo mini riposo sul 56-50 per i padroni di casa. Nell’ultima frazione i capitolini raggiungono in un amen le 14 lunghezze di vantaggio, la formazione di Coach Nicolini ci prova fino alla fine mettendo a referto un parziale di 10-0 tornando a un possesso di distanza ma non basta, alla fine a vincere sono i giallorossi per 72-65. Rimaniamo in testa al girone insieme a Virtus Roma e Matelica con la mente alla prossima importante sfida contro la Supernova Fiumicino; con palla a 2 Sabato 23 Marzo alle 17:00 al Pala Megabox di Pesaro

Ufficio stampa Bramante Pesaro

L’ANGOLO DEL TIFOSO.

E’ stata un autentica battaglia , ma ormai bisogna entrare nell’ottica che le passeggiate che si facevano nel Lazio sono finite. Era importante portare a casa questi Due punti, per rientrare in gioco e prendere anche fiducia con questo play in. Bramante come ci si aspettava a mio avviso e’ la più abbordabile delle quattro (attenzione a Recanati nel silver in ottica play off ) , squadra molto fisica ma corta , sospinta da due soli giocatori Delfino e Ferri , quest’ultimo però è durato due quarti poi ha finito la benzina. Noi pronti via subito sotto di 10 , poi finalmente salgono i giri in difesa e cambia la partita . Il grande protagonista è il tanto atteso Gianluca Giorgi. Con Valentini con problemi di falli (sono tre partite che c’è questo problema bisogna trovare contromisure) , entra proprio Giorgi che cambia la partita : 13 punti per lui , 10 rimbalzi, ma sopratutto tanta fisicità sotto canestro che ha limitato la loro forza fisica. Finalmente bene anche Petrucci , basterebbe la prestazione da lui fornita ieri e ripetuta nelle prossime partite per poter tornare in careggiata con formazioni più attrezzate. Adesso il calendario diventa complicato , due trasferte consecutive : la prossima a Matelica la squadra sulla carta agli inizi dei play-in più accreditata delle Marche e poi la visita in infrasettimanale alla corazzata Loreto che oggi ha rifilato a domicilio 40 punti a Palestrina. Da segnalare un piccolo appunto siamo in 11 ed è rimasto nuovamente fuori Banach , bisogna ruotare un uomo , lo so che non fa piacere ma è inevitabile. Abbiamo problemi di falli con formazioni molto strutturate fisicamente sotto canestro , non escluderei a priori la mossa di mettere dentro Banach , per guadagnare un lungo e centimetri e lasciare fuori un esterno (oggi Frisari zero minuti ) .

A.D.P.

CLASSIFICA E RISULTATI

FOTO

Foto di Giuseppe La Gatta

FOTO TIFO

Foto di Giuseppe La Gatta